BARI

bari1

 

vai alla pagina locale FACEBOOK

 

______________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Scontro su rotaie: dolorosa realtà

No, non è il titolo di un film d’avventura,  ma quello che è successo ieri nelle campagne soleggiate e calde della nostra terra, tra Andria e Corato.  Due treni della Ferrotramviaria si sono scontrati frontalmente su un tratto a binario unico, privo di sistemi di controllo e sicurezza automatici. Ormai nella mente di tutti la foto che ritrae i due treni  -in realtà niente più che ammassi di lamiere- l’uno dentro l’altroimpossibili da distinguere più.  Non ci sono parole, non ci sono aggettivi adeguati per salutare quelle 27 persone (numero ancora in aggiornamento, purtroppo) e per cercare di descrivere quello che i sopravvissuti e i 50 feriti hanno visto. Grande, però, il cuore di chi, dopo la notizia, ha interrotto la propria giornata per andare in ospedale a donare il sangue. Minuscoli, invece, insensibili al dolore, quasi definibili inumani, coloro che si sono recati sul luogo dell’incidente solo per “fare qualche foto da avere sul telefonino…un fatto così quando ricapita più?!” (dal QI Bari). Forse, davanti a tanti morti e feriti, l’unica cosa davvero dovuta è il silenzio. Quindi, noi scegliamo di tacere e, nel silenzio del nostro cuore rivolgiamo una preghiera per chi, non solo non c’è più, ma anche per coloro che adesso piangono inconsolabilmente i loro cari.

Prudenza, in nome della Vita!

Il 30/06/2016noi ragazzi volontari del Servizio Civile di Bari appartenenti al Centro Studi FUTURA progetto “Santa Maria Francesca”,abbiamo organizzato un seminario per non sottovalutare e non dimenticarei 3 terribili incidenti stradali che qui nel barese, in soli 2 giorni, hanno strappato la vita a 8 persone. Per non cadere in un’  inutile e banale retorica, sono stati proiettati video trovati in rete sull’importanza di una guida sicura e sulle conseguenze riportate da vetture manichini a seguito degli scontri monitorati nei crash test. Sono stati soprattutto questi ultimi, a sconvolgere maggiormente i presenti (non molti, a dir la verità, oltre a noi volontari). Vedere una macchina distruggersi quasi completamente a soli 60km/h, ha tolto la parola a tutti. Ci siamo resi conto di quanto davvero si rischi già soltanto scontrandosi a velocità moderata fuori dai centri cittadini: “Sconvolgente”, “incredibile”, “impressionante”, “inverosimile”, i primi aggettivi dopo i video…nessuno riusciva ad aggiungere molto! L’incontro, quindi, si è chiuso in un ricordo silenziosorivolto a tutte le vittime della strada e con un ringraziamento (altrettanto individuale e raccolto) per la “fortuna” di essere tornati ogni giorno a casa, a riabbracciare chi si ama.

Patto per la Città Metropolitana

bari 17 maggioArrivato oggi, 17 Maggio 2016, a Bari il Premier Matteo Renzi  con lo scopo di firmare il patto della Città Metropolitana. Ad accoglierlo, il Sindaco, Antonio Decaro Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia, la cui presenza  è stata incerta fino all’ultimo per  via delle polemiche che ci sono state nelle passate settimane con il Premier a causa della restrizione dei fondi dell’FSC destinati al Patto per la Puglia. I 230 milioni di euro, assegnati all’ intera area metropolitana, saranno dedicati, come lo stesso Sindaco Decaro ha accennato,  alle infrastrutture e a quelle opere pubbliche indispensabili, non solo per la nostra città, ma anche per tutti i 40 comuni della provincia. I fondi del Patto, insomma, serviranno ad incrementare anche  la crescita, la ricchezza e il lavoro di cui, la nostra area, ha tanto bisogno. La presenza di Renzi, ha poi sottolineato la personale vicinanza e solidarietà del Premier al Sindaco, minacciato di morte dopo le serie e dure restrizioni applicate contro gli ambulanti abusivi nella festa di San NicolaCome concluso da Decaro, oggi è stato preso un impegno effettivo  con “i 40 sindaci della terra di Bari” per cui, come tutti gli uomini del Sud, “una stretta di mano vale di più di qualsiasi firma”.

 G. Moscatelli – F. Ventrella

Festa di san Nicola, incontro perfetto di Sacro e profano

Oggi, 05/05/2016, noi ragazzi volontari del Servizio Civile di Bari appartenenti al Centro Studi FUTURA progetto “Santa Maria Francesca”, abbiamo tenuto un incontro in  onore di San Nicola, Patrono della nostra città. Il seminario, tutt’altro che casuale, mirava a dare informazioni e notizie  proprio in vista della grande festa del 7, 8 e 9 Maggio che, ormai da tempo, attira turisti non solo da tutta la Puglia ma dal mondo intero. Come proposto nella presentazione dell’incontro, non abbiamo solo parlatolo della vita del Santo, ma anche di tutti quei miracoli a metà tra racconti e leggende che costituiscono il cuore della nostra cultura barese. Bellissimo è stato sentire da ognuno di noi una versione diversa di questi miracoli leggendari, ricordi di infanzia e di ore passate con i nonni a parlare del nostro “Santo Potente”. Dalla storia dei tre bambini resuscitati, a quella del navigatore solitario, a quella delle trecento monete… ciascuno ha dato il proprio contributo, aggiungendo infinite sfaccettature a racconti che già conoscevamo.   Da Baresi, abbiamo poi riconosciuto l’importanza che la festa riveste per la città dal punto di vista economico. Devoti al Santo non siamo solo noi Pugliesi, ma anche in particolare i fedeli Ortodossi. Diversi sono gli eventi a cui, dal 6 al 9 Maggio, questi e altri turisti partecipano e che culminano con l’ammiratissimo corteo storico. Fresca, anche la notizia dell’ ANSA per cui quest’anno non dovrebbe mancare nemmeno uno spettacolo di danza aerea della regia di Elsa BarrucchieriQuasi risentendo il vociare della folla che si accumula nelle strade del centro in questi tre giorni; e il rumore degli spari ad ogni fine serata che, bellissimi, si riflettono nell’acqua del nostro mare; quasi rigustando il profumo dei famosissimi panini con il polpo che vengono arrostiti sul lungomare come da tradizione Barese; abbiamo riportato alla memoria tutti i ricordi delle feste vissute e che creano, anche in noi, quel perfetto binomio tra Sacro e profano che è la Festa di San Nicola.

Sportello INFO – CONSUMATORI UTENTI

sportello bariArrivato a Bari lo SPORTELLO Infoponit-CONSUMATORI FUTURA, a tutela dei consumatori utenti. Tale servizio, svolto dai ragazzi volontari del Servizio Civile di Bari appartenenti al  Centro Studi FUTURA progetto “Santa Maria Francesca”, prevede un servizio di informazione e consulenza costante a tutti i consumatori-utenti  direttamente in sede. I consumatori-utenti potranno essere costantemente aggiornati, via mail e con sms, delle promozioni attive sul territorio, sulle attività culturali e news a tutela del consumatore, attraverso la registrazione alla banca dati utenti dell’Infopoint. Lo sportello, completamente gratuito per tutti i cittadini, è aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì al mattino dalle 9.00 alle 12.00 e al pomeriggio dalle 16.30 alle 19.30.

Approfondimento figura di Santa Maria Francesca

bari 24 marzoIl 24/03/16 noi volontari del Servizio Civile appartenenti al  Centro Studi FUTURAprogetto “Santa  Maria  Francesca” nella nostra sede a Bari  in mattinata abbiamo per la prima volta svolto un seminario ”a porte chiuse”, per ricordare celebrare e approfondire la figura di Santa Maria Francesca. L’incontro è partito con un’attenta lettura della vita della Santa, con le sue profezie, carismi, patimenti in ogni Settimana Santa e miracoli. Un dibattito molto sentito e acceso ha seguito la precedente fase di formazione; ognuno dei volontari ha espresso i propri dubbi, scetticismi o meraviglia nei confronti della vita e dei miracoli della Santa. Sono emersi due distinti punti di vista: i ragazzi più scettici e razionali si chiedevano come si possa credere fino al punto di affidare la propria sterilità ad una Santa; le ragazze invece, particolarmente immedesimate e commosse dalla condizione di quelle donne che pur volendo, non riescono a concepire una nuova vita, hanno capito l’importanza e la necessità di Affidarsi proprio in quei casi. Tutti i volontari hanno quindi dato sfogo al proprio pensiero in modo libero e spontaneo, così da sottolineare il successo dell’ incontro che, proprio perché tra i soli volontari, è stato sentito particolarmente .

Seminario su Santa Maria Francesca

Nel giorno 24/03/2016 in occasione del decimo anniversario
dall’elevazione a Santa di Suor Maria Francesca, i ragazzi
volontari del Servizio Civile di Bari appartenenti al Centro Studi
FUTURA progetto “Santa Maria Francesca” hanno organizzato
un evento in Suo onore. I temi che saranno affrontati verteranno sulla vita della Santa e sull’importanza della Sua figura soprattutto per le donne sterili che desiderano il concepimento di un figlio.

Seminario sui disturbi alimentari, 16 Marzo 2016

bari 16 marz0Il16/03/2016 noi volontari del Servizio Civile appartenenti al Centro Studi FUTURA progetto “Santa Maria Francesca” nella nostra sede a Bari, abbiamo organizzato un seminario sui temi dell’ ANORESSIA, BULIMIA, OBESITA’ e BINGE EATING DISORDER. Dai sondaggi e dalle statistiche effettuate sul territorio abbiamo constatato che il problema dell’obesità infantile è molto più diffuso di quanto si possa pensare, colpendo in Italia un bambino su quattro. Tra le principali cause del problema c’è un’educazione alimentare sbagliata e l’assunzione, soprattutto in tenera età, di molti più zuccheri del necessario. Fondamentale è, dunque, il ruolo dei genitori  che dovrebbero prestare più attenzione all’alimentazione dei propri figli, improntandoli sin dai primi anni di vita, ad assumere cibi sani e quanto più possibile naturali.  Anoressia e bulimia, invece, sono problematiche alimentari, nonché psicologiche, che si manifestano soprattutto tra gli adolescenti e i giovani adulti. Alla loro base, c’è sicuramente una sopravalutazione della forma fisica, che ossessiona tanto da diventare malattia. Con grande preoccupazione e non poco timore, ci siamo soffermati sugli effetti della mal nutrizione che, se dal punto di vista fisico porta a danni permanenti dell’apparato digerente, a ulcere all’intestino, a problemi a fegato, reni, sistema nervoso e osseo; dal punto di vista psicologico comporta, invece, depressione, sbalzi di umore, una costante e incessabile tensione al perfezionismo, nonché serie difficoltà nell’instaurare e mantenere relazioni sociali di qualsiasi natura.  Il dibattito, sempre molto sentito, ha poi portato tutti i presenti ad una riflessione personale sul cibo e su come, effettivamente, in una società in cui tutto tende all’eccesso, si faccia un uso “eccesivo” (inteso come esagerato o troppo ridotto) di tutto ciò che è commestibile. Con silenzio, non poco emblematico, si è concluso il seminario che forse, tra quelli proposti, è stato proprio il più sentito.

Presentazione seminario sul tema: “ANORESSIA, BULIMIA, OBESITA’, BINGE EATING DISORDER”

Nel giorno 16/03/2016 i ragazzi volontari del Servizio Civile di Bari appartenenti al Centro Studi FUTURA progetto “Santa Maria Francesca”, svolgeranno un seminario sul tema: ANORESSIA, BULIMIA, OBESITA’, BINGE EATING DISORDER. L’evento mira a dare informazioni sui problemi alimentari di cui sempre più si sente parlare. Particolare attenzione sarà rivolta agli adolescenti, in genere i più coinvolti nel problema e agli adulti vittima di obesità. L’incontro tratterà anche alcuni punti sul tema dell’obesità infantile, basandosi su ricerche, statistiche e sondaggi avvenuti sul territorio. 

È invitata a partecipare la cittadinanza tutta.

Seminario 8 Marzo

Ieri, 8/03/2016 in onore della giornata internazionale della donna, noi volontari del Servizio Civile nella nostra sede a Bari, abbiamo organizzato un seminario volto a celebrare la figura della donna e a riconoscere le diverse lotte portate avanti e le non poche conquiste economiche e politiche. Il seminario si proponeva anche di sottolineare tutte quelle discriminazioni e le violenze di cui, ancora oggi, le donne sono vittime in non poche parti del mondo. La nostra riflessione, che è appunto partita da questi “classici” punti, ha poi preso una svolta molto più concreta e pratica. Ci siamo soffermati sulle conquiste femminile soprattutto degli ultimi tempi: non solo il diritto di voto in alcuni Paesi orientali, ma anche l’effettiva parità sul posto del lavoro con annesso diritto alla maternità; l’escalation politica che ormai le donne stanno vivendo sempre di più, ponendosi al vertice della politica non solo italiana, ma anche mondiale. È nato, così, un dibattito libero, spontaneo e partecipato, in cui tutti i presenti hanno potuto esprimersi dando il proprio contributo e mettendo al servizio degli altri il proprio sapere. Abbiamo dibattuto anche su come la figura maschile veda queste conquiste femminili: diversi sono stati i pareri contrari a questa continua richiesta di indipendenza e diritti senza, però, mai cadere nell’ estremo e senza mai mostrare una mentalità retrograda. Per molti uomini, l’incremento dei diritti delle donne ha significato e significa problemi: diversi sono stati gli esempi negativi riportati in prima e terza persona. Numerosi gli esempi di donne che, dopo il divorzio hanno letteralmente prosciugato economicamente e affettivamente il proprio uomo, privandolo non solo di una casa, ma anche dei figli. L’ incontro si è concluso con un bellissimo elogio alla donna, figura insostituibile in società, a lavoro e nel tepore di una casa.

Manifestazione del 4 Novembre 2015 Festa dell’unità nazionale e giornata delle Forze Armate

bari 4 nov.Il giorno 4 Novembre, Festa dell’unità nazionale e giornata delle Forze Armate, un gruppo di volontari del servizio civile del progetto Santa Maria Francesca di Bari, insieme all’operatore locale di progetto, si sono recati presso il Sacrario Caduti d’Oltremare di Bari per partecipare alla manifestazione tenutasi alla presenza dell’Onorevole Laura Boldrini, presidente della Camera, insieme alle più alte onorificenze della città di Bari e delle Forze Armate. Ad officiare alla Santa Messa era presente l’arcivescovo di Bari e Bitonto Mons. Cacucci. Vi erano i gonfaloni della regione Puglia, del Comune di Bari ed i labari delle associazioni combattentistiche e d’arma. Insieme alle cerimonie tenute all’altare della Patria a Roma ed al Sacrario di Redipuglia, la cerimonia che si celebra Al Sacrario d’Oltremare di Bari è una delle tre cerimonie nazionali che ricordano, nel giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, i Caduti di tutte le guerre. Si vuole ricordare che il Sacrario di Bari raccoglie i resti di oltre settantacinquemila militari morti durante i due conflitti mondiali, di cui quarantunomila ignoti. La giornata è stata seguita attentamente dai volontari con lo spirito di solidarietà nei confronti dei caduti di guerra che, con il loro sacrificio, hanno permesso oggi di poter esercitare il diritto a condurre una vita senza condizionamenti, che hanno caratterizzato la prima metà del secolo scorso.